Share on facebook
Share on email
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on telegram

Giving glory to the Almighty

(Redendo gloria all’ onnipotente)

Pastoral Visit of the Executive Minister: Rome, Italy
July 27, 2019
By Jeromya San Vicente-Abad

TWENTY-FIVE YEARS. A quarter of a century. It may merely be a two-digit number, but it is of great relevance to the Iglesia Ni Cristo (Church Of Christ) in Southern Europe. For, 25 years ago, on July 27, 1994, the Church Of Christ was officially registered with the Italian government and the Ecclesiastical District of Southern Europe (then called Ecclesiastical District of Europe) was established, with the district office situated in Rome, Italy. It was also the day when Brother Eraño G. Manalo, the Executive Minister then, officiated at the Thanksgiving worship service in the Local Congregation of Rome, Italy in commemoration of the 80th anniversary of the Church.

One of the Church members who witnessed that momentous occasion, Sister Elconida Perez, a deaconess, recalls, “It was a blessed, joyful, and memorable day because I was able to perform my duty on that day.” Twenty-five years later, Sister Elconida, now 70, was blessed to perform again as a deaconess in the Anniversary Thanksgiving worship service officiated by Brother Eduardo V. Manalo in the Local Congregation of Rome, Italy on July 27, 2019 in commemoration of the 105th anniversary of the Church and the silver anniversary of the ecclesiastical district and the official registration of the true Church with the Italian government.

VENTICINQUE ANNI. Un quarto di secolo. Potrebbe essere una mera cifra, ma è di grande importanza per la Iglesia Ni Cristo (Chiesa di Cristo) nel Sud Europa . Venticinque  anni fa,  il 27 Luglio, 1994 la Chiesa di Cristo è stata registrata ufficialmente al Governo Italiano e venne fondato il Distretto Ecclesiastico del Sud Europa, (a quei tempi chiamato il Distretto Ecclesiastico di Europa), con l’ufficio del Distretto situato a Roma, Italia. È stato lo stesso giorno in cui il Fratello Eraño G. Manalo, l’allora Ministro Esecutivo, ha condotto il servizio di adorazione di Ringraziamento nella Sede Congregazionale di Roma, Italia in commemorazione dell’ 80esimo anniversario della Chiesa.

Uno dei membri della Chiesa che sono stati in grado di assistere a quella storica occasione, la Sorella Elconida Perez, racconta. “ E’ stato un giorno benedetto, felice e memorabile perché ho compiuto il mio dovere in quel giorno.” Venticinque anni dopo, la Sorella Elconida, ora settantenne, è stata benedetta di compiere nuovamente il suo dovere in un servizio di adorazione di Ringraziamento condotto dal Fratello Eduardo V. Manalo nella sede congregazionale di adorazione di Roma, Italia il 27 Luglio 2019, in commemorazione del 105esimo anniversario della della Chiesa e il venticinquesimo anniversario dalla registrazione del distretto ecclesiastico al governo Italiano.

On that same occasion, 25 were ordained as new ministers in Rome, the host site, and 2,125 ministerial students from the Iglesia Ni Cristo (Church Of Christ) School For Ministers graduated and took oath to become regular ministerial workers at the Central Temple and other sites in the Philippines.

In his Bible-based preaching, Brother Eduardo Manalo emphasized that members of the Church Of Christ are the ones whom God recognizes as His chosen people. This is the reason they give utmost importance to their Church membership. And having this divine election, it is their duty to give glory to Him by obeying His teachings, such as actively attending the worship services and performing Church duties.

Sister Maria Grazia Maietta, an Italian who converted to the Church, recalled what sparked her interest to examine the teachings of the Church Of Christ. Owning a pastry shop next to the place of worship of the Local Congregation of Roma Sud back then, she recalls being fascinated by how devoted the brethren were in their gatherings.

“Going to work, I would see the Church members everyday on their way to the chapel. They would be inside the house of worship for their devotional prayers when there was no scheduled worship service. And on the days they conduct worship services, they would arrive hours prior to the appointed time. Some traveled far and through the cold or the roughest weather, they would be there with love, perseverance, and faith,” Sister Maria shared. She received baptism into the Iglesia Ni Cristo in November 2012.

In questa stessa occasione sono stati ordinati 25 nuovi ministri a Roma, la sede ospitante, e 2.125 studenti della Scuola per Ministri della Iglesia ni Cristo (Chiesa di Cristo) si sono laureati e hanno fatto giuramento per diventare operatori evangelici nel Tempio Centrale ed altre sedi nelle Filippine.

Nella sua predicazione basata sulla Bibbia, Fratello Eduardo Manalo ha sottolineato che i membri della Chiesa di Cristo sono coloro i quali Dio riconosce come Suoi prescelti. Questa è la ragione per cui essi danno massima importanza alla loro appartenenza alla Chiesa. E possedendo questa divina elezione, è dovere di ogni membro della Chiesa di dargli gloria obbedendo ai Suoi comandamenti, uno dei quali è partecipare attivamente ai servizi di adorazione e compiere i propri doveri all’interno della Chiesa.

Sorella Maria Grazia Maietta, di origini Italiane che si è convertita nella Chiesa, si ricorda di cosa ha catturato la sua attenzione affinché iniziasse ad esaminare gli insegnamenti della Chiesa di Cristo. Essendo proprietaria di una pasticceria vicino al luogo di adorazione della sede congregazionale di Roma Sud.

“Quando lavoravo vedevo ogni giorno i membri della Chiesa di Cristo recarsi in Chiesa.Andavano in Chiesa anche se solo per 5 minuti di preghiera devozionale ma c’erano tutti,e stavano lì ore prima ,e c’era chi veniva da lontano ,chi aveva bambini neonati,e io li vedevo li, sempre presenti ogni giorno anche con il freddo ,con la neve e loro con grande amore,perseveranza,fede” racconta la Sorella Maria Grazia. Dopo aver compreso che la Chiesa di Cristo è invero la vera Chiesa grazie alle dottrine ricevute, la Sorella Maria Grazia ha ricevuto il santo Battesimo a Novembre del 2012.

To give more glory to the Almighty God, Sister Maria accepted a duty in the Church. “My faith kept on growing and in my desire to be of further service to God, I joined the choir. I keep on performing my duty because when I am inside the house of worship I am full of happiness and love for God,” she expressed.

It was also her Church duty that made Sister Elconida’s faith steadfast through the years. She shared, “My duty is my motivation and inspiration. I would choose it above everything else. There were times that my employers were hindering me to attend the worship service. They would ask me to choose between work and the Church. I always chose the Church without a second thought.”

Brother Eduardo Manalo reminded the Church members that as they continue to give glory to God, He would give them the blessings they need. Firm in believing that promise of God—that He will never forsake His people—Brother Giovanni Jamora, a choir member, prioritizes his Church duty above everything. He said with conviction, “I know that God is always near us when we perform our duties. That’s why in moments of difficulties, we have to be even more dedicated to giving glory to Him. As God teaches us, if we prioritize Him in our life, He will give us everything we need, even the solutions to our problems and the strength to overcome trials in life.”

Per poter rendere ulteriore gloria al Dio Onnipotente, la Sorella Maria Grazia ha accettato un dovere nella Chiesa. “Cresceva sempre di più la mia fede così come il desiderio di mettermi di più al servizio di Dio così mi sono unita al coro.Io vado avanti nel compiere il mio dovere perché quando vado in Chiesa mi sento colma di gioia e di amore verso Dio,” ha espresso.

È stato anche il dovere dentro la Chiesa della Sorella Elconida che ha reso la sua fede ancora più salda durante gli anni. Sorella Elconida racconta, “Il mio dovere è la mia motivazione e la mia ispirazione. Lo sceglierei sopra ogni altra cosa. Ci sono stati dei momenti in cui i miei datori di lavoro mi ostacolavano dal partecipare ai servizi di adorazione. Mi chiedevano di scegliere tra il lavoro o la Chiesa. Ho sempre scelto la Chiesa senza pensarci due volte.”

      Il Fratello Eduardo Manalo ha anche ricordato ai membri della Chiesa che mentre continuano a rendere gloria a Dio, Egli avrebbe concesso loro le benedizioni di cui hanno bisogno. Avendo salda fede in quella promessa di  Dio – che non abbandonerà mai il Suo popolo- Fratello Giovanni Jamora, un membro del coro, da priorità sopra ogni altra cosa ai suoi doveri all’interno della Chiesa. Ha detto con convinzione, “ Il Signore Dio è sempre vicino quando compi i tuoi doveri, per questo nei momenti difficili dobbiamo ancor più essere dediti. Come ci insegna Dio, se mettiamo lui come priorità nella nostra vita, sarà lui a darci tutto ciò di cui abbiamo bisogno, la soluzione ai nostri problemi e la forza per superare le prove della vita.”

Share on facebook
Share on email
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on telegram

Terms and Privacy Policy

We process and collect personal data based on our Terms and Privacy Policy to improve and analyze our service.